?

Log in

No account? Create an account
Chicchi di Lampadina
Aleenchain's writing journal
Supernatural - May Angel Lead you in (Italian) 
29th-Jan-2009 09:47 pm
night from a window

Title: May Angels lead you in
Pairing: Castiel/Anna, Dean/Anna. Castiel’s POV
Language: Italian.
Beta:[info]kimbnr . Qualitycheck:[info]gkj
Rating: HET, G.
Words: 372
Disclaimer: I fratelli Winchester non sono di mia proprietà… se lo fossero stati sicuramente Dean non sarebbe finito così. Il titolo è preso da Hear You Me di Jimmy Eat World,
Notes: Basata sulla puntata 4/10.  La stesura originaria era in inglese, questa qui è una riscrittura/traduzione, quindi l’italiano può suonare un po’ strano… almeno a me sembra così, nonostante ci abbia lavorato molto. Spero piaccia lo stesso.



 

Sono felice di rivederti.
E mi dispiace.“Non è vero, non puoi, non conosci cosa si prova.”

Dicono che gli angeli non provano emozioni.
Si sbagliano.
Non tutti, ma alcuni di noi sono in grado di sentire.

Questo è un dono con cui siamo stati benedetti da Dio?
Oppure è solo un mezzo con cui Lui mette alla prova la nostra fedeltà? Non lo so.
Lucifero sentiva, e Cadde. Lui fu il primo.

Durante le nostre lunghe conversazioni…Quando cercavamo di parlare, proprio come fanno sempre quegli stupidi, piccoli umani… Quando cercavamo di capire cosa voleva dire forzare, immettere i nostri pensieri nell’aria, renderli reali … Ed era così strano, così diverso dal costante, rassicurante flusso di coscienze che pervade ogni cosa in Paradiso… Durante quei momenti, quando cercavamo di essere solo noi due, tu mi rispondevi sempre “E’ un dono.”
Non tutti gli angeli sentono con così tanta intensità da desiderare veramente la Caduta.
Perciò cominciasti a dire “Si, è un dono. Ma non è abbastanza”

Ti amavo, allora in Paradiso.
Tu Cadesti.

Potevo provare anche altri sentimenti. Almeno credo che fossero sentimenti.
Dubbio, Incertezza, Confusione, Abbandono… Ma non erano abbastanza intensi per convincermi ad abbandonare il Piano di Dio.

Però lo erano abbastanza da farmi meritare una punizione.
Doveva essere un ordine come tutti gli altri, ma dopo millenni passati a obbedire, sapevo accorgermi della differenza. Oppure mi sembrava un ordine sbagliato perché io ero sbagliato. Non lo so.
Fui inviato a salvare un giovane uomo la cui intera vita, e anche la sua morte, erano gravitate solamente attorno ai suoi sentimenti. E anche intorno a una missione, ma era una missione così profondamente intrisa di dovere verso il padre e di amore verso il fratello da impedire di vedere se c’era qualcos’altro.
Ma la mia punizione non finì lì. Fui inviato nuovamente, questa volta col compito di ucciderti… Di riportarti indietro… Per te più o meno sarebbe stato lo stesso, no?

Hai trovato quello che desideravi così ardentemente?
Lo hai trovato con lui?

Che cosa dovrei provare riguardo a questo… Non lo so.
Ti guardavo… Eri così bella mentre tornavi ad essere toccata dalla Grazia.

Dicono che gli angeli non provano emozioni.
Si sbagliano.

Non ero mai stato così triste.

This page was loaded Sep 22nd 2019, 11:47 pm GMT.